Migliori portatili apple per postproduzione fotografica: consigli per l’acquisto

Decidere di acquistare un nuovo pc portatile davvero è un grande passo, molto più di quel che si possa di solito pensare. Ciò perché questi dispositivi influenzano enormemente il nostro modo di vivere e persino la nostra qualità di vita. Acquistare un pc affidabile perciò ci faciliterà il nostro lavoro o renderà i nostri momenti di svago più piacevoli (e di conseguenza migliori).

Se invece acquistiamo un pc portatile non affidabile, la qualità del nostro lavoro ne risentirà, così come i nostri momenti di svago diventeranno momenti di stress. Ciò perché un pc inadatto all’uso per cui si compra, ci porterà ad andare incontro a svariati problemi.

I più comuni di questi problemi sono rallentamenti e blocchi del sistema. Entrambi sono dovuti all’acquisto (errato e non consapevole) di un pc inadatto alle proprie esigenze. Infatti, se utilizziamo programmi e applicazioni molto pesanti, ma compriamo un computer inadatto, questo si bloccherà o si surriscalderà al punto di spengersi improvvisamente.

Immaginatevi di acquistare un pc che poi si spegne all’improvviso mentre lavorate. Ciò vi causerà enorme frustrazione per due motivi: il motivo principale sarà probabilmente perché avrete buttato dei soldi. Il secondo motivo sarà perché avrete buttato all’aria tutto il vostro lavoro, e inoltre non avete ancora un apparecchio adatto a svolgerlo.

Qual è il miglior computer portatile Apple da acquistare?

La risposta alla domanda è che non esiste un miglior computer portatile Apple da acquistare. Esiste tuttavia il miglior portatile Apple per noi, ossia il pc più adatto alle nostre esigenze.

L’esigenza è data da diversi fattori. Principalmente questi sono il budget che abbiamo a disposizione e l’uso che pianifichiamo di fare del nostro futuro apparecchio.

Il budget è di fondamentale importanza, in quanto ad ogni uso corrisponde un budget minimo da avere. Non è possibile acquistare un pc portatile Apple che costi 500 euro e che sia adatto ad un utilizzo di intenso, come l’esecuzione di applicazioni pesanti usate nell’editing fotografico, video o modellazione tridimensionale.

Infatti bisogna essere realisti e tenere bene a mente che la qualità si paga, e che sicuramente se vogliamo  spendere sotto i 950-1000 euro, i computer portatili Apple non fanno certamente al caso nostro.

Se invece siamo disposti a spendere tali cifre per avere un prodotto impeccabile e unico, allora gli apparecchi portatili di Apple sono la scelta migliore che possiamo fare.

Qual è il miglior computer portatile Apple per postproduzione fotografica?

Iniziamo partendo dalle basi. I personal computer portatili di Apple si dividono principalmente in due tipi ben distinti: i MacBook Pro e i MacBook Air.

Questi due pc portatili hanno in comune il fatto che utilizzano entrambi il solito software di base (il programma di base, ovvero il sistema operativo) prodotto da Apple.

Il vantaggio di avere un sistema operativo sviluppato si misura per il computer stesso, è quello di non andare incontro a incompatibilità di nessun genere, oltre alla caratteristica (tutt’altro che poco rilevante) di avere un sistema incredibilmente stabile.

Il sistema di base Apple è anche molto noto per la sua incredibile sicurezza, in quanto le probabilità di contrarre un malware (software malevolo, chiamato anche virus) sono veramente minime, se paragonate agli altri sistemi operativi più utilizzati.

Quali sono le differenze tra MacBook Air e MacBook Pro? E Quale tra questi due pc è il migliore per usare applicazioni di postproduzione fotografica?

Il MacBook Pro è sicuramente il pc portatile Apple più indicato per l’utilizzo di applicazioni di postproduzione grafica. Ciò perché questi pc portatili sono caratterizzati da dei componenti hardware (componenti più interni del MacBook) incredibilmente prestanti.

I MacBook Pro sono computer portatili Apple creati appositamente per l’utilizzo di programmi pesanti, tra cui postproduzione fotografica, editing video o musicale, e modellazione tridimensionale.

Questo è possibile grazie ad un processore all’avanguardia, ad un’elevata quantità di RAM e all’uso di schede video potenti.

I MacBook Pro sono con molta probabilità i migliori pc portatili in assoluto in ambito dell’uso di applicazioni di postproduzione grafica.

Il MacBook Air: è adatto all’utilizzo di applicazioni di postproduzione fotografica?

Il MacBook Air può essere definito come il fratello minore del MacBook Pro. Non tanto per il suo costo (di solito è lievemente più basso), ma quanto per i componenti hardware al suo interno. Questo pc è infatti creato appositamente per essere facilissimo da trasportare. È infatti dotato di una spiccata leggerezza e sottigliezza.

È il pc migliore in assoluto per tutti coloro che viaggiano molto ma che non hanno bisogno di grandi risorse in ambito di potenza.

Il suo utilizzo è infatti perfetto per studenti e professionisti che viaggiano molto e hanno bisogno di un pc che oltre ad essere leggero abbia anche un’incredibile autonomia, grazie alla sua capacità di essere utilizzato anche per 10-12 ore consecutive.

Tuttavia, il suo uso dovrebbe rimanere nel limite di programmi leggeri, come applicazioni di scrittura, browser web per navigare in rete, o creare presentazioni.

Immagine-profilo

Sono studente di Scienze della comunicazione all’Università di Pisa. Collaboro saltuariamente con alcuni quotidiani e riviste locali e online. Nel 2019 ho esordito come poeta e scrittore con il libro “Rum e Cioccolato”. Sono un grande appassionato di computer, informatica, e tecnologia in generale da molti anni. Il mio obiettivo è quello di aiutarvi nella scelta del prodotto più adatto alle vostre esigenze, con l’ausilio di parole semplici ed essenziali.

Back to top
menu
notebookenetbook.it