Computer portatili Apple con miglior processore: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

Quello dei computer Apple, è un universo informatico a sé stante. Questi personal computer hanno delle caratteristiche che li rendono completamente differenti da ogni altro tipo di pc in vendita. Cioè che rende questi computer unici e che permette loro di uscire fuori dagli schemi dei “comuni computer”, è che i Mac (questo è il nome con cui ci si riferisce ai pc fabbricati da Apple) hanno un sistema di base (sistema operativo) basato sul proprio hardware.

Questo vuol dire che ogni cosa che eseguiremo sul il nostro computer Apple, è stata appositamente sviluppata per essere eseguita su quel determinato dispositivo. Solo chi ha già utilizzato dei computer Apple può capire che cosa intendo, in quanto è praticamente del tutto impossibile spiegare tutti i vari vantaggi che sono disponibili solo con l’acquisto di un pc portatile Apple.

Un altro enorme vantaggio dell’avere un Mac, è quello di avere un dispositivo che molto difficilmente prende malware o virus vari. Questo perché il software di base è stato creato e sviluppato in modo tale che questi software malevoli difficilmente possono accedere al nostro computer.

Ciò crea un enorme vantaggio in quanto a rischi inerenti alla privacy, oltre che a rendere questi pc particolarmente affidabili.

L’affidabilità infatti è uno dei punti cardini su cui si basa questo tipo di computer, sia per un utilizzo privato che per un utilizzo professionale, in quanto se non possiamo prendere malware, non andremo a rischiare di perdere tutti i nostri dati più importanti, perciò anche quelli lavorativi.

Questo rischio non è del tutto eradicato, ma è comunque un problema relativo, se prendiamo di riferimento i più comuni sistemi operativi, software di base che molto facilmente vanno incontro a malware o programmi malevoli. Infatti sono pochissime le persone che installano un programma di antivirus nei Mac.

Perché scegliere un MacBook e non un iMac

I computer prodotti dalla Apple si dividono principalmente in tre famiglie: gli iMac, i MacBook Air e i MacBook Pro. Esistono anche i Mac Mini e i Mac Pro (entrambi desktop pc), ma questi sono di utilizzo meno comune, e comunque non è di nostro interesse discuterne quest’oggi.

Gli iMac sono i classici computer desktop (pc fissi) prodotti da Apple. Questi pc hanno il vantaggio di avere una buona potenza ad un prezzo abbordabile (basandosi sugli standard Apple ovviamente). Il loro svantaggio, non tralasciabile, è quello di non poter essere trasportati facilmente. Immaginate di portarvi in giro un computer grande oltre 20” solo perché avete bisogno di portarlo dall’ufficio a casa vostra o di doverlo portare in giro perché dovete utilizzarlo per lavoro o per studio. È una cosa improponibile. Inoltre, non ha una batteria al suo interno che possa permettergli di essere utilizzato senza essere collegato alla corrente.

È per questo che sono stati creati i computer portatili.

Questi dispositivi sono dotati di tutti i componenti essenziali che sono nei pc fissi. Ma inoltre questi computer hanno il vantaggio di aver integrato un sistema di riproduzione audio, tastiera, un sistema alternativo al mouse (touchpad o mousepad) e un monitor di grandezza variabile.

MacBook Air e MacBook Pro: quale scegliere e perché

Questi due tipi di notebook sono i principali computer portatili prodotti dalla mela. Ovviamente, la differenza non sta solamente nel nome, ma sta soprattutto nei vari componenti hardware (componenti più interni dei computer) che vanno a formare questi due pc portatili.

Il MacBook Air: leggerissimo e sottilissimo

Il MacBook Air è noto per essere stato il primo ultrabook mai creato e immesso sul mercato.

La particolarità di questo personal computer portatile è quella di essere molto sottile e leggero. Solitamente, il suo peso si aggira attorno a 1kg, il che lo rende il computer Apple più adatto al trasporto in assoluto.

Questi notebook hanno un display che può variare molto in quanto a grandezza, anche se le sue misure più comuni partono dai 12” fino ai 14”. La loro risoluzione varia in genere dal Full HD (1920 x 1080) fino al 4K nei modelli più recenti e costosi.

Proprio a causa della loro particolarità, non hanno un lettore DVD integrato. Questo, nel caso risultasse un problema, può essere facilmente risolto con l’acquisto di un lettore DVD esterno, collegabile tramite USB. Inoltre, proprio a causa della sua sottigliezza e all’ausilio di CPU a basso consumo energetico, utilizzano un sistema di raffreddamento molto essenziale.

La loro CPU a basso consumo gli permette anche di avere un’autonomia senza pari, in quanto i MacBook Air raggiungono con facilità le oltre 10 ore di utilizzo consecutivo. In alcuni casi possono arrivare anche alle 12 ore, se impostati correttamente.

Tutto questo rende questi notebook la miglior scelta in assoluto per tutti coloro che viaggiano molto, ma che non hanno grandi richieste da parte della potenza della CPU.

Per chi avesse infatti bisogno di un processore molto prestante, consiglio l’acquisto di un MacBook Pro, pensato appositamente per chi necessita di un notebook dotato di un hardware molto potente.

Il MacBook Pro: il computer portatile Apple con la CPU più potente in assoluto

Il MacBook Pro è in pratica il fratello maggiore del MacBook Air. Questo pc è caratterizzato dall’avere dei componenti hardware molto potenti. Ciò rende questo computer la miglior scelta per tutti coloro che necessitano di un computer potente, affidabile ed elegante.

Rimane comunque un computer di facile trasporto, in quanto pesa attorno ai 2kg. Certamente, è più spesso e più pesante del MacBook Air, ma in quanto a prestazioni la differenza è sostanziale.

Come scegliere un pc portatile Apple con un processore potente

Per chi abbia bisogno di un MacBook di casa Apple (Air o Pro), che abbia un processore molto prestante, consiglio vivamente di controllare la quantità di core presenti nella CPU e la frequenza di clock di questa.

Infatti, maggiori saranno il numero di core e la velocità di frequenza, e migliori saranno le prestazioni del nostro computer.

È sempre preferibile acquistare un pc con un maggior numero di core e una frequenza più bassa, piuttosto che un computer con una frequenza di clock più alta ed un minor numero di core.

Conclusioni

Il mio consiglio finale per tutti coloro che necessitano di un computer portatile Apple dotato di un processore particolarmente potente, è quello di dirigere il proprio acquisto verso un MacBook Pro che abbia un buon numero di core (almeno 4) e una frequenza piuttosto elevata (almeno 2,5ghz).

Immagine-profilo

Sono studente di Scienze della comunicazione all’Università di Pisa. Collaboro saltuariamente con alcuni quotidiani e riviste locali e online. Nel 2019 ho esordito come poeta e scrittore con il libro “Rum e Cioccolato”. Sono un grande appassionato di computer, informatica, e tecnologia in generale da molti anni. Il mio obiettivo è quello di aiutarvi nella scelta del prodotto più adatto alle vostre esigenze, con l’ausilio di parole semplici ed essenziali.

Back to top
menu
notebookenetbook.it